Songwriters

recensioni di Luca Barachetti – lucabarachetti@gmail.com

Posts Tagged ‘Mircomenna

Ecco – Mircomenna (Storie di Note, 2005)

leave a comment »

Avevamo lasciato Mircomenna al fortunato esordio di Nebbia di idee, che a cavallo tra il duemilauno e il duemiladue gli era valso un premio al Mei come miglior esordio dell’anno e addirittura i complimenti di Paolo Conte. “Finalmente un disco saporito ed elegante” sentenziava l’Avvocato nel retrocopertina di quell’album, ma non ce ne voglia se tutt’oggi, anche dopo l’ascolto del nuovo disco Ecco, dissentiamo dal suo parere: a noi Mircomenna sembra uno dei tanti discreti cantautori del nostro paese, gradevole all’ascolto ma niente più.

Ecco si muove sui territori del precedente, mischiando con un certo gusto popolaresco i toni sanguinei del tango all’aria sorniona del jazz e proponendo un pugno di canzoni che si distinguono soprattutto per il lavoro sugli arrangiamenti (ricchi di sax, contrabbassi, fisarmoniche, flicorni ed archi) e per un’evidente consonanza con Max Manfredi, da cui Mircomenna riprende un’incolpevole affinità vocale e la propensione a raccontare storie dal taglio notturno (Maldiluna) e dall’alta gradazione alcolica (anche drammaticamente come in Quando ci vuole). Sempre Manfredi, e in misura minore Capossela, sono i numi tutelari di canzoni d’amore sghembe e grottesche come Normale; mentre è di discendenza deandreiana l’indignazione che accende brani come la title-track (aperta da una breve reading di Fernanda Pivano su Genova) e La sfinge in cui si sta, dove l’impegno non si risolve in versi da comizio ma cerca una carica simbolista feconda e spesso efficace.

Conclude il tutto, in clima popolare e tarantato, la beffarda filastrocca Sull’ultime soglie, cantata con Il Parto delle Nuvole Pesanti e tratta da un testo di Gesualdo Bufalino: buona chiusura per un lavoro che ha tutte le caratteristiche del più tipico dei dischi senza infamia e senza lode.

Voto: 5.8
Brani migliori: Normale.

Annunci

Written by Luca

06/12/2007 at 10:53