Songwriters

recensioni di Luca Barachetti – lucabarachetti@gmail.com

Posts Tagged ‘Merlo Vittorio

Ho sognato Bruno Vespa – Vittorio Merlo (Sette Ottavi/Deltadischi, 2005)

with one comment

La nostra solidarietà Vittorio Merlo ce l’ha tutta. Sognare Bruno Vespa non deve essere un’esperienza facile, ancora di più dopo averlo magari visto alla tv in una delle sue performance di giornalismo pornografico alle prese per l’ennesima volta con la mamma di Cogne o con l’esperto di turno (un tempo in tv Pasolini, oggi… Crepet). Ma più di questa meritata solidarietà a Merlo non possiamo dare, perché Ho sognato Bruno Vespa – esordio discografico che arriva a quarantacinque anni d’età, dopo un certo successo di downloads dalla rete – è un album parecchio deludente, nonostante le premesse di “pubblico” sopra descritte e la rilevanza dei nomi coinvolti nel progetto (Vince Tempera alla produzione e Roberto Manuzzi coautore di alcuni brani: due dei componenti della band di Guccini).

A partire dalla  ragaeggiante title-track, che strizza l’occhio a Rino Gaetano ma non riesce ad essere graffiante e satirica quanto vorrebbe, passando per l’inno Ferrari – un’autentica supposta di retorica e populismo per la rossa-di-Maranello (!!) – sino agli episodi un po’ più gucciniani e intimisti (Avrei bisogno di parlarti) Merlo inanella una serie di episodi scialbi e ritriti, che poco convincono – se non per la giustezza di alcune accuse – e ancora di meno emozionano. Stucchevoli gli arrangiamenti, pieni di grossolane tastierone e archi finti – quando invece un approccio più sobrio avrebbe giovato non poco all’insieme – e la banalità di alcuni versi, che rinunciano ad ogni tentativo di vera fantasia in favore di un lirismo (oggi) poco credibile e troppo furbetto (“quest’Inter che ci fa sempre soffrire / ma almeno la Ferrari fa sognare”).
Tirando le somme si salva solo un testo, la commossa descrizione di alcuni vecchi che giocano a bocce di Sabato del villaggio. Sebbene le tracce siano solo sei, è comunque un po’ poco. E la domanda, peraltro non nuova, è alla fine una sola: perché pubblicare un disco così?

Voto: 3.7

Annunci

Written by Luca

20/12/2007 at 16:50