Songwriters

recensioni di Luca Barachetti – lucabarachetti@gmail.com

Pablo Ciallella – Pablo Ciallella (Warner, 2007)

leave a comment »

Qualcuno avrà conosciuto Pablo Ciallella attraverso Dura la vita a Milano città, singolo di qualche mese addietro che raccontava con ironia e disincanto la crudeltà della vita all’ombra del Duomo intersecandola con la più classica delle storie di amore finito (lui tradisce lei, lei lo scopre e lo caccia di casa). Voce recitante nelle strofe, canto nel ritornello piuttosto ruffiano – ma tutto sommato salvabile rispetto ai parametri della radiofonia nostrana – per un brano che a discapito della sua particolarità non riusciva del tutto a sfondare, segnalando comunque Ciallella (italo-argentino emigrato in Italia a metà anni ottanta) come un personaggio se non altro eccentrico e in parte diverso dagli standard. Eccentricità e diversità che tornano anche in questo omonimo esordio sulla lunga distanza prodotto da Roberto Vernetti per la Warner, in cui Ciallella si presenta come una specie di Carotone metropolitano incrociato ad un Bugo privato delle primigenie istanze lo-fi, e con una voce che nei momenti più lirici ricorda addirittura Bersani. Insomma un mix intrigante e piuttosto nuovo, che però alla prova dei fatti non riesce a sorprendere, rimanendo sospeso tra barlumi (comunque secondari) di originalità e passaggi sommamente prevedibili.

Alla voce prevedibilità mettiamo in primis gli arrangiamenti di Vernetti e Marco Prati: è chiaro che un disco marchiato Warner debba anche e soprattutto vendere, ma – permetteteci di dirlo – i due questa volta l’hanno venduto un po’ male. Nel senso che gli arrangiamenti, ovviamente tirati a lucido, ovviamente patinati come la lex radiofonica esige, sono inutili, e anche parecchio bruttini. Qualche base elettronica buttata lì come capita capita (e mai che il “come capita capita” diventi determinante), slide-guitar a ripetizione in didascalia Ciallella-ultimo-eroe-del-west, coretti loffi e strasentiti, nessuna idea che alla lunga si insinui nelle orecchie di chi ascolta e caratterizzi il pezzo. In pratica ordinaria amministrazione, e neanche della migliore.
Eppure di una mano in studio ce n’era bisogno, perché Ciallella sarà pure un personaggio sui generis ma la canzone geniale (come il “mondo difficile” carotoniano, come quella decina scritte da Bugo) non l’ha ancora partorita. Vi si candida il già citato singolo, senza riuscirci. Poi La lavatrice (bello solo l’iniziale «gli uomini pensano al maschile le donne pensano al femminile / ma non tutti sanno far partire la lavatrice»), e anche Rincoglionito, che è il nuovo singolo e qualche chance da tormentone potrebbe pure averla – se non altro perché nell’horror vacui dell’estate italiana pronunciare una ventina di volte rincoglionito in spiaggia può sempre fare figo. Ma da qui al genio ce ne passa.
Meglio invece in versante intimista della track-list: Mi manchi è il seguito ferito della cacciata di Dura la vita a Milano città ed è quasi da pelle d’oca; L’albero delle canzoni lascia il testo un po’ traballante ma coglie nel segno raccontando con realismo e forza emotiva una storia di tossicodipendenza. Certo, in mezzo ci sta pure il folk-rock radio-friendly di Alla fermata della autobus, che profila un baratro di inconsistenza in cui è vitale non cadere. Ma, come spesso ci capita dire in questi casi, è soprattutto una questione di scelte. La prima da fare per il prossimo disco è non sprecare quel tanto di qualità che tra le righe si trova anche qui e che va sicuramente coltivato e fatto crescere. Al di là dell’essere o meno un personaggio interessante. E vendibile.

Voto: 5.2
Brani migliori: Mi manchi.

Annunci

Written by Luca

04/04/2008 a 08:07

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: