Songwriters

recensioni di Luca Barachetti – lucabarachetti@gmail.com

Ad un passo dal sogno – Barbara Cavaleri (Edel, 2006)

leave a comment »

Un disco da vera e propria interprete questo esordio di Barbara Cavaleri. Canzoni scritte da penne diverse, ma contrassegnate da una vena piuttosto omogenea, e di fondo una grande attenzione per la voce. Produce il tutto (insieme a Giovanni Calella) Leziero Rescigno, già ai comandi di “Infinite possibilità” dei La Crus e autore di alcuni dei brani del disco. Una certa affinità nelle scelte sonore con l’ultima fatica del gruppo milanese si sente – un pop d’autore elegante e raffinato che affianca ad onnipresenti ossature elettroniche barbagli di pianoforte, archi, chitarre acustiche e qualche fiato – ma le strade qui percorse sono abbastanza diverse: bosse elettronizzate, malinconie dal sapore di fado (Estate a Lisbona), mezzi tanghi sghembi (Paradiso e inferno) e accenti jazzati (Invece tu), per una voce delicata ma capace di graffiare sensualmente come di farsi fragile e chiaroscurale. A firmare i pezzi alcuni nomi nuovi del pop italiano come Diego Mancino e Imma Costanzo, mentre Alex Cremonesi (sempre dei La Crus) riscrive ottimamente “Gloomy Sunday” in italiano intitolandola Verso l’alba. Le altre due cover appartengono al repertorio di Vinicius De Moraes: una Perché scritta con Jobim e resa in italiano da Endrigo e un Samba della rosa cofirmato da Toquinho e cantato dalla Vanoni.
Lavoro più che discreto questo “Ad un passo dal sogno”, che però ha l’unico difetto in una certa immaturità interpretativa della sua titolare. Barbara Cavaleri, canta bene, ma canta un po’ tutto uguale e a lungo andare i brani si appiattiscono e confondono tra di loro. Peccato, ma non troppo, perché se è vero che l’ispirazione di chi ha scritto per lei non è da buttare, è anche vero che Barbara ha solo ventitrè anni e tutto il tempo di crescere. Intanto “Ad un passo dal sogno” attesta la presenza di un sottobosco di nuovi autori piuttosto prolifici (per ulteriori conferme ascoltatevi la raccolta “Altrisuoni Italiani” recentemente compilata da Bertallot) e testimonia che, immaturità a parte, per Barbara Cavaleri il talento c’è. Buona fortuna.

Voto: 6.3
Brani migliori: Estate a Lisbona.

Annunci

Written by Luca

07/03/2008 a 13:11

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: