Songwriters

recensioni di Luca Barachetti – lucabarachetti@gmail.com

Il viaggio di Zebra – Libra (Macaco/Audioglobe, 2005)

leave a comment »

E’ rimasto poco del rock-grunge di “Penso a cose strane”, esordio risalente a tre anni fa dei Libra: Il viaggio di Zebra vira decisamente verso l’indie-pop di matrice italica e lo fa in modo assai compatto e credibile, riscuotendo maggior credito del suo poco coraggioso predecessore.
Lo spazio qui lasciato alle chitarre è per soluzioni elettroacustiche di buona fattura intrecciate a squarci elettronici dal forte accento seventies, come se i Perturbazione fossero alle prese con ondeggiamenti analogici quasi krautiani (Io resto qui) o dividessero il palco con i Tiromancino meno canzonettari e più inclini alle atmosfere dilatate e allucinatorie (non a caso Gennaio ci ricorda nelle intenzioni “La distanza”). Ed è ancora la band romana, nella parentela con Battisti, a tornare in Due di notte, sgroppata leggera ma pur sempre elettrica ed emozionante; mentre sono gli Afterhours in odore di Velvet Underground a dare ad Appeso il difficile ruolo di discendente di “Simbiosi” (impossibile non notare la somiglianza tra i due brani); nel finale Tu non credi, con la sua profondità sideral-rumoristica alla Mum e l’inevitabile detonazione sonica del finale, è quel piccolo capolavoro che non ti aspetteresti da una band che fino a quel momento ha brillato più per il proprio eccellente songwriting che per le scelte fatte in quanto ad elettronica non analogica.

Se “Il viaggio di Zebra” appare ai primi ascolti privo di effettivi passi falsi, col tempo non mancano comunque di affiorare alcuni brani minori (La seconda classe, La strategia del terrore) e la voce di Alberto Stevanato continua, come nel disco precedente, ad essere un tantino sommersa dalla corposità di certi passaggi (ed è un peccato perché di testi ben fatti qui ce ne sono: Marta, Appeso). Ma i Libra sembrano aver trovato alla loro seconda prova una più che feconda via d’espressione, capace di dare vita ad un disco di certo perfezionabile ma pienamente riuscito sotto quasi tutti gli aspetti.

Voto: 6.7
Brani migliori: Marta, Tu non credi.

Annunci

Written by Luca

24/12/2007 a 19:32

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: